Boom dell’e-commerce

L’e-commerce in Italia è in piena espansione, con un numero sempre maggiore di aziende e consumatori che si rivolgono a Internet per acquistare e vendere beni e servizi.

Uno studio della società di ricerca Nielsen ha rilevato che, nel 2016, il valore delle vendite al dettaglio online in Italia è aumentato del 15% rispetto all’anno precedente, raggiungendo un totale di 21,8 miliardi di euro. Questo dato fa dell’Italia il sesto mercato dell’e-commerce in Europa, dopo Regno Unito, Germania, Francia, Spagna e Russia.

La crescita dell’e-commerce in Italia è guidata da una serie di fattori, tra cui la crescente penetrazione di Internet, lo sviluppo di nuove piattaforme di shopping digitale e l’ascesa del commercio mobile.

In particolare, l’uso di dispositivi mobili per gli acquisti online sta crescendo rapidamente in Italia, con oltre un terzo di tutte le transazioni di e-commerce che ora avvengono su smartphone e tablet. Ciò è dovuto in parte alla crescente disponibilità di applicazioni mobili di alta qualità e all’aumento dei pagamenti via m-commerce, che stanno diventando sempre più popolari in Italia.

Di conseguenza, le aziende in Italia stanno investendo sempre più in siti web e applicazioni mobile-friendly e si stanno concentrando sullo sviluppo di campagne di mobile marketing innovative per raggiungere un maggior numero di consumatori.

In prospettiva, lo studio Nielsen prevede che il valore delle vendite al dettaglio online in Italia crescerà di un ulteriore 12% nel 2017, raggiungendo un totale di 24,5 miliardi di euro. Ciò significa che il mercato italiano dell’e-commerce continua a crescere a ritmo sostenuto e si prevede che continuerà a farlo nei prossimi anni.

Boom dell’e-commerce ad Asti

Alcune cifre per inquadrare l’argomento: solo nel 2017, il mercato e-commerce in Italia vale 32,4 miliardi di euro, in crescita del 26% rispetto all’anno precedente. Tra i settori merceologici più rappresentati c’è quello dell’abbigliamento e della calzatura, che vale circa 5,5 miliardi di euro. Un dato interessante riguarda anche il numero di consumatori che acquistano online: secondo una recente indagine condotta da E-bit su un campione di 2.000 persone, il 70% degli italiani acquista almeno una volta all’anno prodotti o servizi sul web.

Un ruolo fondamentale nello sviluppo dell’e-commerce in Italia lo stanno giocando le città più grandi, ma anche quelle di minori dimensioni sono in crescita. A livello territoriale, la Lombardia è la regione con il maggior valore di transazioni online (4,4 miliardi di euro), seguita da Campania (3,5 miliardi di euro), Lazio (3,3 miliardi di euro) e Veneto (3,2 miliardi di euro).

Tra le città italiane, Milano è la più rappresentata come centro di acquisto online, seguita da Roma, Napoli e Torino. Ma anche altre città minori vanno molto bene: basti pensare ad Asti, che negli ultimi anni ha registrato un incremento delle transazioni online del 180%.

Un dato particolarmente positivo per il commercio elettronico è la crescente propensione degli italiani ad acquistare prodotti e servizi fuori dai propri confini nazionali.

Conclusione

Siamo giunti al termine! Il boom del settore dell’e-commerce sta aprendo la strada a interessanti innovazioni nella sfera digitale. A livello globale, si prevede che le vendite al dettaglio online cresceranno fino al 20% quest’anno. Con l’ascesa vertiginosa del commercio mobile e la crescente popolarità delle piattaforme di social media per lo shopping, i rivenditori innovativi stanno sfruttando le nuove tecnologie per offrire un’esperienza di acquisto coinvolgente ai loro clienti. Dalla realtà aumentata ai chatbot, le possibilità sono infinite!

Boom ecommerce

Interessato? Allora parliamo!

Altri Servizi

Boom ecommerce